Criteri di acquisto borse per cosmetici da appendere. Guida alla scelta, materiali, dimensioni, collocabilità. Modelli per marche e costi

Se siete abituati a viaggiare ma anche a trascorrere, generalmente, molto tempo fuori casa, di certo,  bene conoscerete il valore di un beauy case. Un accessorio indispensabile per tante persone; nato come supporto alla valigia, per viaggi o spostamenti, è diventato poi di utilizzo anche quotidiano per coloro che desiderano portarsi dietro, nelle varie tappe giornaliere, i propri cosmetici o  più in generale, i prodotti che utilizzano nella cura della propria persona. Disponibili sul mercato in vari formati, in grandezze diverse e con differenti caratteristiche, potrebbero crearvi confusione nella scelta di acquisto.

Vi offriamo allora dei piccoli spunti di riflessione per farvi muovere attraverso una compera ponderata e soprattutto funzionale, anticipando un punto essenziale: qualunque beauty case sceglierete, assicurati che sia dotato di gancio per poterlo facilmente appendere alla parete e salvare lo spazio a disposizione, che sia un ambiente sconosciuto o casalingo.

Varietà di Beauty Case

I beauty case possono diventare necessari anche nell’ambiente domestico. Infatti oltre a consentirci di trasportare agevolmente i nostri oggetti preferiti, ci permettono anche di raccoglierli e trovarli più speditamente. Visti i loro molteplici impieghi, i beauty case si suddividono in alcune categorie. Anzitutto è opportuno precisare che li scopriremo di diverse grandezze e profondità, fabbricati con materiali eterogenei e adatti a svariati scopi di utilizzo.

Materiali utilizzati

Per quanto concerne le dimensioni, troveremo in commercio, beauty che possono essere utilizzati come supporti da viaggio, che dunque presentano dimensioni maggiori delle pochette che preferiamo tenere a casa ma non voluminosi quanto una valigia. Questa tipologia di beauty case è quella prediletta dai negozianti; la più venduta, evidentemente. Ma troveremo anche beauty dalle capienze di un astuccio, che sono adatti sostanzialmente a racchiudere i nostri prodotti cosmetici preferiti.

Relativamente ai materiali utilizzati la scelta è un po’ più vasta. In commercio scorgeremo quelli realizzati in materiale plastico, che dunque sono ideali in caso di pioggia o in caso di iper-esposizione alle intemperie ma esistono anche molti modelli in tessuti sintetici, come il poliestere; questi ultimi forse sono molto più piacevoli alla vista.

Il punto delicato di questi borselli però è la difficile impermeabilità; se non sono infatti rivestiti di tessuti resistenti all’acqua rischiano di rovinarsi, facilmente, e di deteriorarsi anche  non potendo essere lavati e disinfettati a dovere. Ancora, molto beauty sono realizzati in tessuto naturale, come il cotone; questi modelli sono ibridi. Infatti, pur essendo facilmente lavabili non assicurano una protezione totale del contenuto. L’astuccio in sé viene protetto ma non accade lo stesso per i liquidi, all’interno, custoditi.

Dimensioni possibili

Per quanto inerente invece le diverse tipologie di utilizzo abbiamo stabilito che sono rigorosamente legate alla dimensioni del beauty case. Infatti: se viaggiate spesso e vi fermate fuori casa per brevi periodi, l’ideale è comperare un beauty case che possa essere trasportato come bagaglio a mano.

Differentemente, se vi occorre soltanto una piccola pochette da tenere in borsa, per riporvi lo stretto  indispensabile, potete optare per una che abbia le grandezze di un astuccio.

Migliori griffe

Data la numerosa lista di marche che vendono questo tipo di prodotti, abbiamo disposto una lista di brand, tra quelli riconosciuti come i più validi, per tracciarvi un percorso di orientamento all’acquisto. In questo elenco recupererete dei marchi un po’ più abbordabili, ma anche quelli più dispendiosi.

Una cosa che però li eguaglia è il rapporto qualità-prezzo; ogni costo dunque, riportato dall’azienda di fabbrica, ha un suo perché, una sua motivazione più che giustificata. I brand scelti sono i seguenti:

Corttiya

Eono

Siling San

Nomalite

Jobary.

Come procedere?

Anzitutto, lo ribadiamo, la prima cernita va applicata sulla base del criterio gancio; se il beauty individuato i i beauty visionati ne sono in possesso, lasciateli nella rosa dei preferiti altrimenti cominciare a scartali. Valutate anche il beauty case possegga i diversi scompartimenti per i pennelli.

Questa può sembrare una valutazione banale, ma senza gli appositi taschini, i pennelli potrebbero danneggiarsi e  quindi non essere più adoperabili. Se, inoltre, generalmente portate con voi anche qualche crema o prodotto idratante per il viso o per le mani, la scelta migliore potrebbe ricadere su un beauty case che abbia uno scomparto contenitiva o una retina.

Se invece non avete alcun bisogno di spostare i vostri prodotti fuori di casa e desiderate semplicemente un beauty case ad uso casalingo, potete offrire maggiore attenzione al design. Infatti questi cofanetti sono concepiti per tenere in ordine tutti i cosmetici di bellezza che possedete, e visto che verranno probabilmente mostrati in una vetrinetta o su una mensola è apprezzabile sceglierne uno che stia bene con gli altri oggetti già posizionati.

Ancora, valutate lo spazio che vostro beauty case deve conquistare: se ipotizzate di metterlo all’interno di una borsetta o di un borsone, come contenitore, avrete bisogno di un beauty case in tessuto, possibilmente molto morbido e adattabile. Mentre se aveste necessità di portarlo mano, potrete orientarvi su un modello rigido e magari con lucchetto, per la sicurezza dei vostri prodotti. Ultima chicca di riferimento è il manico. La possibilità di afferrare il vostro beauty al momento opportuno, è un ulteriore punto a favore della scelta definitiva.

Back to top
menu
borsepercosmetici.it